Home

Leggi e Sentenze sugli Appalti Pubblici


Elenco Leggi e Sentenze del 31/08/16


LEGGI E SENTENZE
[PRASSI] - CLAUSOLE DEL DISCIPLINARE DI GARA - INTERPRETAZIONE
Le clausole del disciplinare di gara riguardanti le modalità di presentazione dell’offerta tecnica e dell’offerta temporale devono interpretarsi ed applicarsi secondo i principi di rilievo comunitario di massima partecipazione, concorrenza e proporzionalità nelle procedure di gara, evitando che valutazioni di invalidità delle offerte presentate possano essere compiute a motivo della violazione di prescrizioni meramente formali, la cui osservanza non risponda ad alcun apprezzabile interesse pubblico.
[PRASSI] - MANCATA PARTECIPAZIONE ALLA GARA - ILLEGITTIMO RICORSO PER CLAUSOLE ESCLUDENTI
E’ inammissibile la richiesta di parere tesa a contestare clausole della lex specialis di gara di cui non risulti la natura escludente laddove l’istante non abbia partecipato alla procedura di affidamento.
[PRASSI] - AFFIDAMENTO DIRETTO CONCESSIONARIO - LAVORI COMPLEMENTARI - AMMESSO
L’affidamento al concessionario di lavori complementari, secondo quanto previsto all’articolo 147 del d.lgs. 163/2006 deve avvenire alle stesse condizioni previste nel contratto iniziale e previo controllo del possesso dei requisiti richiesti per l’esecuzione dei lavori de quibus .
[PRASSI] - SOCCORSO ISTRUTTORIO - ERRORE TRASMISSIONE DOCUMENTAZIONE - LEGITTIMO
E’ illegittima l’esclusione dalla procedura di gara di un concorrente per inottemperanza all’obbligo di integrazione documentale nel termine perentorio di dieci giorni, ove l’errore in cui sia incorsa la concorrente appaia in parte imputabile alla condotta tenuta dalla stazione appaltante, quest’ultima dovendo richiedere nuovamente i documenti nell’ambito del procedimento del soccorso istruttorio.
[PRASSI] - VALUTAZIONE OFFERTA NEL SUO INSIEME - DISCREZIONALITA' DELLA STAZIONE APPALTANTE
E' una valutazione tecnico discrezionale quella della stazione appaltante sulla congruità, serietà e realizzabilità dell’offerta nel suo complesso.
[PRASSI] - ACCORDO QUADRO - NUMERO MINIMO OPERATORI ECONOMICI
E’ illegittima la clausola del bando ove preveda che, nel caso di un numero di aggiudicatari superiore a tre, tale numero sia ridotto di un’unità con conseguente esclusione da ciascuna graduatoria dell’ultimo concorrente pur collocato utilmente nella stessa.
[PRASSI] - CRITERI PER NOMINA COMMISSARI DI GARA
Con la nuova normativa la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico sia attribuita ad una commissione giudicatrice composta di esperti nello specifico settore cui afferisce l’oggetto del contratto: l'ANAC pubblica i criteri per la selezione.
[PRASSI] - VARIANTI INTRODOTTE DALLA PA - LIMITI
L'art. 311, co. 2 d.p.r. 207/2010 prevede alla lettera a) le esigenze derivanti da «sopravvenute disposizioni legislative e regolamentari», per le quali non ravvisa il connotato della imprevedibilità, e al comma 4 consente una estensione contrattuale fino a concorrenza di un quinto del prezzo complessivo previsto dal contratto, agli stessi patti, prezzi e condizioni.
[NORMATIVA] - SERVIZI DI PORTIERATO E RECEPTION FATTURATO SPECIFICO - ANALOGIA PRESTAZIONI
Il fatturato specifico maturato nei servizi di reception è utilmente apprezzabile ai fini della partecipazione a una gara per servizi di portierato e reception, in quanto rientrante nell’ambito dei c.d. servizi fiduciari (portierato e reception) che non comportano una vigilanza attiva.
[GIURISPRUDENZA] - ISCRIZIONE CASELLARIO INFORMATICO ANAC - IPOTESI DI TASSATIVITA' MOTIVI DI ESCLUSIONE
L’iscrizione nel casellario ANAC avviene per le fattispecie derivanti dall’esclusione adotta nei casi tassativamente e specificamente previsti dal codice dei contratti.
[GIURISPRUDENZA] - GIURISDIZIONE ESCLUSIVA G.A. CONTROVERSIE IN FASE DI GARA
Le controversie relative alla fase di esecuzione del contratto rientrano nella giurisdizione dell’autorità giudiziaria ordinaria come quella relativa alla fattispecie in esame, cioè alla cognizione dei comportamenti e degli atti assunti prima dell’aggiudicazione della gara e nella successiva fase compresa tra l’aggiudicazione e la stipula del contratto.
[GIURISPRUDENZA] - OFFERTE - RETTIFICA ERRORI MATERIALI - AMMESSA
Nelle ipotesi in cui l’effettiva volontà negoziale è stata comunque espressa nell’offerta e risulta palese che la dichiarazione discordante non è voluta, si ritiene legittimo la rettifica di errori materiali o refusi.
[GIURISPRUDENZA] - DEFINIZIONE DI ENTE PUBBLICO
Il criterio da utilizzare per tracciare il perimetro del concetto di ente pubblico muta a seconda dell’istituto o del regime normativo che deve essere applicato.
[GIURISPRUDENZA] - ONERI SICUREZZA AZIENDALI - OBBLIGO DI INDICAZIONE - NON E SANABILE MEDIANTE SOCCORSO ISTRUTTORIO
L’obbligo di indicazione nell’offerta economica degli oneri sicurezza aziendali e’ conforme alla disciplina vigente pertanto la carenza dell’ indicazione di tali oneri non e’ sanabile mediante soccorso istruttorio.
[GIURISPRUDENZA] - CONTROVERSIE PRIMA DELLA STIPULA DEL CONTRATTO - GIURISDIZIONE G.A.
Le controversie insorte nello spazio tra aggiudicazione e stipula del contratto rientrano nella giurisdizione esclusiva g.a.
[GIURISPRUDENZA] - MODULO OFFERTA IN BIANCO - INSERITO IN BUSTA ERRATA - NO ESCLUSIONE
L’inserimento del modulo relativo all’offerta economica in bianco, in una busta diversa da quella prescritta non è riconducibile nell’ambito delle cause di esclusione tassativamente prescritte dal legislatore.
[GIURISPRUDENZA] - PROCEDURA NEGOZIATA - DISCREZIONALITA' SA NELLA SCELTA DELLE IMPRESE DA INVITARE
Nelle procedure negoziate non sussiste un diritto o, comunque, di una valida pretesa in capo a qualsiasi operatore del settore ad essere invitato.
[GIURISPRUDENZA] - TUTELA DEL SEGRETO TECNICO DEVE ESSERE EVIDENZIATA IN SEDE DI OFFERTA
La tutela del segreto tecnico o commerciale non può essere a sua volta opposta, per la prima volta, in sede di opposizione all’istanza di accesso.
[GIURISPRUDENZA] - IDONEE REFERENZE BANCARIE: CONTENUTO E SIGNIFICATO
L'espressione idonee referenze bancarie, ove riportata nei bandi di gara pubblica senza ulteriori precisazioni, deve essere interpretata dagli istituti bancari nel senso che essi debbano riferire sulla qualità dei rapporti in atto con le imprese per le quali le referenze sono richieste, quali la correttezza e la puntualità di queste nell'adempimento degli impegni assunti con l'istituto, l'assenza di situazioni passive con lo stesso istituto o con altri soggetti e non anche fornire elementi sulla effettiva consistenza economica e finanziaria dei concorrenti.
[GIURISPRUDENZA] - CLAUSOLA BANDO - LAVORATORI POTENZIALMENTE DA REINTEGRARE - ILLEGITTIMA
È illegittima la clausola del bando di gara che si riferisce a “lavoratori potenzialmente da reintegrare”, che impedisce, indistintamente a tutti i concorrenti, la formulazione di una corretta, consapevole ed adeguata formulazione dell’offerta economica.
[GIURISPRUDENZA] - SOCCORSO ISTRUTTORIO - POST FASE DI AMMISSIONE - NO RIDETERMINAZIONE CALCOLO SOGLIA.
Ogni variazione che intervenga, anche in conseguenza di una pronuncia giurisdizionale, successivamente alla fase di ammissione, regolarizzazione o esclusione delle offerte non rileva ai fini del calcolo delle medie nella procedura.