Home

Quesiti sugli Appalti Pubblici



Elenco quesiti del 04/05/2011








I quesiti sugli appalti pubblici pi├╣ interessanti della settimana
importo inferiore a 150.000, riduzione importo lavori
In una gara d'appalto di lavori pubblici di importo pari ad €. 105.000,00, un' impresa ha dichiarato di aver realizzato nell'ultimo quinquennio un importo di lavori pari ad €. 682.000,00 , e di aver sostenuto un costo complessivo per il personale pari €. 48.000,00, corrispondente al 7% dell'importo dei lavori.
A tal fine, l'impresa ha prodotto una nota, precisando l'importo dei lavori eseguiti anno per anno, con il relativo costo del personale.
La commissione di gara ai sensi della lettera b), dell'art. 28, del d.P.R. n. 34/2000, ha considerato accettabile la dichiarazione posta in essere dal concorrente.
Ciò considerato, Le chiedo se nel caso in cui il rapporto tra il costo del personale e l'importo dei lavori sia inferiore a quanto richiesto ( 15% ), la riduzione dell'importo dei lavori ( figurativamente e proporzionalmente in modo da ristabilire la percentuale richiesta ) deve essere fatta dal concorrente oppure nel caso di specie la commissione di gara può applicare questo benficio per l'impresa?
Requisiti di capacitÓ, operatore di nuova costituzione
Premessa: il bando prevede che i concorrenti abbiano svolto nell'ulmo triennio servizi analoghi per un importo UGUALE o SUPERIORE al valore del lotto (o alla somma dei lotti) per cui intendono partecipare. La gara è quinquennale.

Una ditta che ha iniziato da un anno l'attività nel settore e che ha contratti in corso il cui fatturato supera l'importo ANNUO del lotto ma che è inferiore ALL'IMPORTO DEL LOTTO STESSO, chiede di fornire altri requisiti TECNICI per supplire alla carenza.

QUESITO: è legittimo accogliere l'istanza del concorrente consentendogli di dimostrare in altri modi la capacità tecnica oppure, viste le prescrizioni della lex specialis, è opportuno pretendere il rispetto del vincolo ?
Requisiti generali, certificato fallimentare
Al fine della verifica della dichiarazione di cui all'art. 38 comma 1 letta a) del D.lgs 163/06, l'Ente appaltante deve chiedere il certificato fallimentare al Tribunale competente anche con la verifica nell'ultimo quinquennio?
consegna chiavi, Collaudo
Facciamo riferimento all’ipotesi in cui l’appaltatore, eseguito il collaudo, non ottemperi – nonostante i solleciti - all’obbligo di consegna delle chiavi dell’immobile realizzato.
Si può ritenere responsabile l’appaltatore della custodia e della manutenzione dell’immobile fino alla effettiva consegna delle chiavi?

parere autoritÓ per la vigilanza, termini impugnazione bando
L'eventuale istanza presentata da un operatore economico, ex art. 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. 163/2006, per un parere dell'AVCP circa la presunta illegittimità di un bando di gara, può sospendere i termini di impugnazione previsti dall'art.120, comma 5, del C.p.a. (D.Lgs. 2 luglio 2010, n.104)?